News

Indietro

I Cantieri del Gusto

Cantieri del gusto

Le testimonianze storiche relative alla città di Selinunte rivelano come la sua storia sia caratterizzata da un contesto sociale in cui sono stati i rappresentanti della aristocrazia terriera a porsi alla testa della polis e di un mondo dedito all'artigianato e al commercio, con fasi storiche di grande sviluppo e crescita culturale per l’intero territorio.


I cereali hanno sempre rappresentato uno dei punti di forza della civiltà selinuntina, come è dimostrato dalla ricerca integrata tra etno e archeo, dei numerosi reperti (utensili e contenitori di uso) archeologici che raccontano abilità a coltivare i seminativi per poi essere trasformati in sfarinati e prodotti trasformati in epoca antica. Il mondo dei cereali rappresenta quindi un ambito culturale, che questa Direzione intende utilizzare come modello di riferimento per l’incremento e la particolarizzazione di percorsi culturali, ambientali, sociali ed economici, per una valorizzazione e promozione di nuovi percorsi dell’area monumentale di Selinunte.


Architettura e disegno del Paesaggio, realizzato attraverso le “Colture Culturali” un nuovo conio inerente le coltivazioni dei terreni degli spazi dell’area monumentale, i quali fanno parte de i “Cantieri del gusto”, con i grani antichi e i legumi coltivati dal Consorzio Ballatore o il vino prodotto dal vigneto impiantato all’interno del Parco dalla cantina Settesoli in collaborazione con la Strada del vino Terre Sicane.